L’armonia di Bowen

//L’armonia di Bowen

L’armonia di Bowen

Digestivo e antidolore: molto più di un semplice massaggio
di Carmen Rolle

Dall’Australia una tecnica che attiva la capacità del corpo di curare se stesso. Ideato da Thomas Bowen, è un trattamento veloce ed efficace diffuso nei Paesi di lingua inglese e che oggi arriva anche qui. “Sono delicate movenze delle dita sui tessuti muscolari”, spiega Piero Muraro, istruttore del metodo. “Le manovre stimolano il flusso di energia riportando l’equilibrio e potenziando la capacità di autoguarigione”.
Nella seduta, che dura dai 15 ai 40 minuti, l’operatore compie manipolazioni molto leggere secondo una sequenza prestabilita, su punti chiave della muscolatura e dei legamenti tendinei. “I punti sono stati definiti in una mappa precisa seguendo anche i principi di osteopatia e naturopatia”.
Nel trattamento si fanno pressioni non invasive, lasciando almeno due minuti di pausa tra una manovra e l’altra. A volte poi questi intervalli sono più lunghi: “Avendo l’organismo la capacità di risolvere gli squilibri esistenti, sarà il fisico stesso a rispondere ai messaggi, e il tempo di sospensione serve proprio per questa reazione”.
L’operatore fornisce solo il minimo stimolo per attivare la variazione, che porta a un riequilibrio quasi immediato. L’idea di Bowen è che il corpo riesce a comunicare la causa del disturbo. “In base a un’analisi preliminare della persona si sceglie come intervenire: si osservano i dettagli, come la postura, il modo di camminare, l’allineamento, la posizione della mandibola, la pelle, gli occhi. Elementi capaci di fornire molte informazioni”.
La prima seduta è uguale per tutti e ha la finalità di riportare il bilanciamento nel sistema. “Al termine dell’incontro, si invita la persona ad avere un atteggiamento di ascolto nei giorni che seguono in modo da “registrare” cosa succede nel corpo. Così poi, nelle sedute successive, sarà possibile individuare le procedure più adatte”.
La tecnica interviene sui sintomi ma, soprattutto, indaga le cause che li hanno provocati. “Chi ha un dolore all’articolazione della spalla, per esempio, può lavorare per far sì che il disturbo scompaia, senza però risolvere la problematica alla base. Con alcune sedute, invece, si riesce a “ricontattare” il trauma che ha provocato il blocco, riattivando il bilanciamento”. Nonostante sia apparentemente delicato, il trattamento può far affiorare stati emozionali, sensazioni corporee di caldo o freddo, oppure di maggiore leggerezza o di peso. Alla fine però, quello che si prova è un profondo benessere e rilassamento psicofisico. “Per il suo approccio soft è una tecnica adatta a tutti, a qualsiasi età.
Funziona anche con i bambini molto piccoli: li può aiutare nel caso di segnali disarmonici nello sviluppo o come integrazione ad altre terapie. È di supporto anche per le future mamme, durante la gravidanza, come preparazione al parto, e durante l’allattamento: sostiene le donne in un periodo speciale di trasformazione ed evoluzione della loro vita”. In più, può essere utilizzata perfino durante fasi di dolori acuti o cronici. “È utile in molti casi, come allergie, asma e disturbi respiratori, problemi digestivi, cefalea e nevralgie, irregolarità del ciclo mestruale e della menopausa, disturbi muscolari, scheletrici e osteoarticolari”.
La musica del corpo
Benché si basi su pochi tocchi delicati, la tecnica Bowen è molto potente. Il metodo stimola la circolazione sanguigna e il drenaggio linfatico, favorisce l’assimilazione dei fattori nutritivi e l’eliminazione delle tossine, riduce la tensione dei muscoli migliorando il recupero della mobilità articolare. È un metodo olistico che vede l’organismo come una struttura complessa e considera l’individuo nella sua totalità, in rapporto con l’ambiente esterno. Per farne capire il funzionamento, Bowen paragonò il corpo a uno strumento musicale a corda che deve essere in armonia e adeguatamente accordato.

Per provare
Il lavoro di Thomas Bowen è continuato dal dottor Oswald Rentsch con la sua Accademia Australiana di Bowen. I professionisti che lavorano con il metodo sono stati educati e fanno parte di questa associazione.
Per informazioni sulla formazione e sugli operatori presenti in Italia:
Associazione Bowtech Italia
tel. 0165.843417,
www.bowenitalia.org

By | 2019-01-30T21:18:21+01:00 Ottobre 18th, 2017|Articoli|0 Comments

About the Author: