Mi chiamo Rosa e ho 85 anni

//Mi chiamo Rosa e ho 85 anni

Mi chiamo Rosa e ho 85 anni

Mi chiamo Rosa e ho 85 anni. Da tempo soffro di una malattia autoimmune tipo artrite reumatoide che però non risponde alle cure classiche e che mi provoca dolori diffusi in tutto il corpo, con gonfiore alle mani e ai piedi e rigidità alle articolazioni. A maggio del 2016 mia nipote mi ha proposto di provare una tecnica che lei aveva imparato e che non aveva controindicazioni. Le ho detto: proviamo, qualsiasi cosa possa darmi un po’ di sollievo è benvenuta! In quel momento prendevo una pastiglia di cortisone da 25 mg. due volte al giorno e il tachidol 1500, ma comunque a fine giornata i dolori tornavano sempre. Avevo difficoltà ad alzare e muovere il braccio destro per una periartrite che ho da 30 anni, e a volte dovevo mangiare con l’altra mano. Ebbene, nel corso del primo mese di trattamento mi è passato il mal di schiena e la rigidità alle gambe. Durante la sospensione per le vacanze estive mi è venuta un’infiammazione alla mandibola con gonfiore che è passata quando abbiamo ripreso i trattamenti. Si sono sgonfiate mani e piedi ed è molto migliorato il braccio che adesso riesco a muovere e ad alzare di più. La mia situazione è decisamente migliorata e sono riuscita a diminuire le medicine che prendevo arrivando a tachidol 1000 e solo ¾ di cortisone nella giornata.

Rosa Rossotti

By | 2019-01-30T21:18:22+01:00 Ottobre 18th, 2017|Testimonianze|0 Comments

About the Author: